Ma non puoi capire! Eravamo tutti in finestra! E tutti cantavamo Rino Gaetano!
Nina: Andre… senti ho un’idea
Andrea: Dimmi.
Nina parla, si sbraccia, guarda da tutte le parti come quando viene presa dall’ispirazione. La osservo, impassibile. Lei di sguincio ogni tanto guarda furtiva che faccia faccio: NESSUNA FACCIA.
Nina continua, si sbraccia di più, il tono della voce sale di una ottava più in alto.
E niente, alla fine rido. Volevo resistere di più, ma anche dopo le prime 10 parole era un’idea troppo fica per non farla.
Nina mi guarda, come una bambina che capisce che l’hai presa in giro, ma è felice perché capisce che è un sì.
Non so neanche perché le faccia così piacere che ci sia anche io nel progetto.
Ma so perché fa piacere a me.
Già dopo le prime sue 10 parole.

 

Andrea: Ma non puoi capire! Eravamo tutti in finestra! E tutti cantavamo Rino Gaetano!
E poi improvvisamente sti due vecchietti che in terrazza ballavano una specie di valzer, incuranti del rumore tutto intorno.
Incuranti anche del ritmo, perché “il cielo è sempre più blu” non è un valzer.
E a un certo punto tutto il quartiere guardava quella coppia di vecchietti ballare.
Ed eravamo tutti ammutoliti.
Ma guarda sti cacchio di vecchietti che dopo 40 anni che stanno insieme si mettono a ballare durante i giorni di reclusione in quarantena.

L’amore alla fine è tutto lì.

Share This